• 08/06/2021
  • Marine
  • by sara
  • 339
  • 0

DEMOLIZIONE DELLA NAVE VITTORIO VENETO DELLA MARINA MILITARE

Ha lasciando Taranto in direzione Turchia la nave Vittorio Veneto, ex incrociatore della Marina Militare italiana. Lo riferiscono alcune testate pugliesi, mentre sui social network stanno iniziando a circolare foto dell’unità mentre si allontana dallo scalo. Realizzata dall’allora Navalmeccanica di Castellammare di Stabia e consegnata nel 1969, la nave lanciamissili, che tra il 1971 e il 1987 è stata anche l’ammiraglia della flotta navale italiana, è rimasta in servizio fino al 2003, anno in cui è stata posta in stato di ‘ridotta tabella di disponibilità’, fino al disarmo, avvenuto nel 2006.

A occuparsi del suo smantellamento sarà ora il cantiere Simsekler di Aliaga – lo stesso che accoglierà ora anche alcune unità militari che finora hanno sostato ad Augusta – che nella stessa procedura di vendita, conclusa nel febbraio del 2019, si era aggiudicata anche la demolizione della ex fregata Granatiere. La gara, rivolta esclusivamente a strutture in linea con il Regolamento Europeo n. 1257/13, è stata aggiudicata a Simsekler che aveva proposto 3,382 milioni (con un incremento del 280% sull’importo iniziale), avendo così la meglio su altri tre cantieri turchi, ovvero Sok Denizcilik, Istambul Shipyard e Leyal Demtas.

In ogni caso un’attività non banale considerato che, come denunciato più volte da stampa e associazioni di tutela dell’ambiente e dei cittadini, la Vittorio Veneto sarebbe una delle tante navi della Marina Militare su cui sono presenti notevoli quantità di amianto.

Fonte: Shipping Italy

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *